IO VIAGGIO DA SOLA

recensioni di viaggio, musica, libri, stile e vizi

Lady Gaga “Born this way”

Arrivato nei negozi da qualche settimana il secondo lavoro originale di Lady Gaga che, dopo aver tritato e ritriturato il suo primo CD rielaborato e arricchito più volte, dà alle stampe il suo vero, successivo lavoro. Preceduto da ben due singoli, Born this Way – dedicato allo scomparso Alexander McQueen – e Judas, il CD esce nelle versioni semplice e in doppio con un CD di remix.
Ora, premesso che probabilmente Lady Gaga è la prima artista a carattere globale che possa dopo quasi 30 anni avvicinarsi alla fama che toccò solo a Madonna prima di lei, ma cosa contraddistingue questa ragazzina estrosa dalla Material Girl? A parte l’età, è probabilmente la voce estremamente potente che Gaga ha e che – sigh – Madonna non ha mai avuto, soprattuttto agli esordi. Di conseguenza è un po’ un peccato dover vedere (e sentire) Gaga relegata ai pezzi che le case discografiche esigono da lei: dance pompatissima, ispirata alle star degli anni Ottanta e primi Novanta, qualche accenno techno e video e look da scandalo. Tutto qua? Già. Di nuovo questo lavoro è ricchissimo di bei pezzi dance, molto piacevoli e molto ballabili, nei quali però sono le macchine a far da padrone e non la voce della cantante americana. Quindi tra pezzi divertenti come Scheiße – che ricorda molto i pezzi techno in tedesco che andavano tanto di moda – o Americano – che parte come un pezzo anni Venti e poi passa dal latino alla dance – le idee ci sono ma sono annegate in un mare di tecnologia e freddezza, con tutti i cliché che uno si aspetta da Gaga ormai. Peccato. Ecco: quando Gaga ci regalerà magari un EP unplugged con voce e chitarra, allora la valuteremo davvero per quello che è e non come il burattino del grande circo della musica. Un burattino fantastico e ricco di meraviglie ma pur sempre un burattino. Ma per poterlo fare, a Lady Gaga manca ancora qualche anno di esperienza per raggiungere un certo standing. Vedremo.

voto: 7

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 05/06/2011 da in Musica in viaggio con tag , , , , , .

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 716 follower

Cookies e Privacy Policy

Il blog che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. I tracciamenti sono gestiti da Wordpress.com che ospita il blog sulla propria piattaforma.

fai click qui per leggere l'informativa di Wordpress.com

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando nel sito acconsenti al loro uso. Fai clic su OK se è tutto chiaro.INFORMATIVAOK

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001