IO VIAGGIO DA SOLA

recensioni di viaggio, musica, libri, stile e vizi

Nina Zilli “L’amore è femmina”

Secondo album per Nina Zilli, dopo la sua ennesima esperienza sanremese. L’amore è femmina è un bel lavoro, che conferma le doti vocali di questa bellissima ragazza che mischia nel suo stile la tradizione anni Sessanta con il pop più recente, fino al blues e al raggae. Il pezzo sanremese Per Sempre è in assoluto un brano melodico in perfetto stile tradizionale della canzone italiana con un attacco quasi alla Gigliola Cinquetti. Chi non si immaginava la brava Zilli in una fantastica gonna a ruota con le labbra scarlatte, in piedi sul palco dell’Ariston a cantare una canzone romantico-melodica dalla melodia aperta? Eccovi soddisfatti! E il resto del CD? A differenza del suo primo  lavoro, la Zilli accantona un pochino il sound raggamuffin’ che ha fatto parte di qualche pezzo del suo precedente CD, per lasciare ampio spazio al pop e alla melodia. E così il pezzo di apertura Per le strade è quasi un pop anni Ottanta mentre il brano che dà il titolo all’album ripesca a piene mani nei coretti dei gruppi femminili motown. Prevedibile? Probabilmente sì ma, nonostante uno stile un po’ scontato, Nina Zilli riesce a salvarsi alla grande grazie alle doti vocali e all’appeal indiscutibile, restando sempre una grande promessa della musica italiana. La vedremo all’Eurosong festival di maggio. Riuscirà a eguagliare Gualazzi? Staremo a vedere.

voto: 7 e mezzo

Annunci

2 commenti su “Nina Zilli “L’amore è femmina”

  1. Dag
    05/03/2012

    Nina Zilli o Mina Zilla? Io lo trovo caruccio e niente più…un pò troppo derivativo. Almeno avesse continuato sul filone del primo cd, almeno c’era un barlume di vera creatività. Invece si è affidata a Michele Canova, bravissimo, ma creatore di pop super-mainstream. Ma laddove nel cd di Jovanotti ha fatto un grande lavoro qui appiattisce un pò tutto, forse perchè sono proprio le canzoni che mancano (di creatività). Ciao

    • luzbox
      05/03/2012

      Oddio, sai che a me a volte sembra persino la Carrà, soprattutto nel pezzo di apertura. Effettivamente si atteggia a Mina del 2012 (ma questo già lo sapevamo) in salsa molto televisiva. Però resta una gran bella voce e presenza, il che alle classifiche piace un sacco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 05/03/2012 da in Musica in viaggio con tag , , , .

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 716 follower

Cookies e Privacy Policy

Il blog che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. I tracciamenti sono gestiti da Wordpress.com che ospita il blog sulla propria piattaforma.

fai click qui per leggere l'informativa di Wordpress.com

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando nel sito acconsenti al loro uso. Fai clic su OK se è tutto chiaro.INFORMATIVAOK

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001