IO VIAGGIO DA SOLA

recensioni di viaggio, musica, libri, stile e vizi

Arisa “Amami”

A Sanremo Arisa arriva con un bagaglio di esperienze maturate nell’anno molto “pesante”: dalle apparizioni in Victor Victoria, fino all’essere stata una rivelazione nella nuova serie del talent X-Factor, dove la giovane artista italiana si è messa in mostra con le sue doti di giudice e – in parte – di vocal coach. Era quindi naturale assistere a una maturazione non solo vocale ma anche artistica a tutto tondo: dal look all’approccio fino alla sicurezza sul palco. Arisa ha di fatto ottenuto tutto, presentando un gran pezzo, molto romantico e sanremese, come La notte che meritava la vittoria a mani basse. Questo CD, Amami, è un cammino interessante nello stile dell’artista che, grazie alle doti vocali indiscusse (la ragazza non sbaglia un diavolo di nota!), risulta essere un lavoro davvero ben riuscito. Il fil-rouge sembra essere un romanticismo per un amore non c’è più, legato alle vicende personali della cantante ma anche al tradizionalismo della canzone italiana se vogliamo. Da Amami, il pezzo che dà il titolo al CD, che è un tango triste e classico che rievoca per giunta una Nilla Pizzi d’annata. L’approccio fin troppo classico – tra un film francese e un Sanremo anni Cinquanta – ha una battuta d’arresto in un paio di pezzi: Democrazia e Nel regno di chissà che c’è per i quali Arisa rispolvera le marcette alla Jannacci e alla Rino Gaetano. Ma anche questi “deragliamenti” dal fil-rouge del disco non sono semplici divertimenti ma rappresentano vere e proprie canzoni pseudo-politiche con testi ben studiati, con messaggi molto precisi, per l’appunto maturi. La “paperina” occhialuta è diventata un papavero (per dirla sempre con Nilla) e questo disco, che vi piaccia Arisa o no, è proprio un bel disco.

voto: 7/8

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11/03/2012 da in Musica in viaggio con tag , , , , , .

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 716 follower

Cookies e Privacy Policy

Il blog che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. I tracciamenti sono gestiti da Wordpress.com che ospita il blog sulla propria piattaforma.

fai click qui per leggere l'informativa di Wordpress.com

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando nel sito acconsenti al loro uso. Fai clic su OK se è tutto chiaro.INFORMATIVAOK

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001