IO VIAGGIO DA SOLA

recensioni di viaggio, musica, libri, stile e vizi

Nathan Englander “Di cosa parliamo quando parliamo di Anne Frank”

Nathan Englander è nato a New York nel 1970. Ma ha una testa piena di riccioli neri neri e un naso che difficilmente si trascura e si tralascia.
Nathan Englander, suo malgrado, è assolutamente ebreo. Non c’è nulla di male: anzi, è davvero un bell’uomo. Ma nella sua scrittura, nel suo stile è sempre l’ebraicità che trasuda e che spicca.

Era il caso del suo romanzo, Il Ministero dei Casi Speciali (Mondadori), ambientato in Argentina, in quell’Argentina degli anni Settanta e dei desaparecidos. Nonostante la trama e nonostante la politica, la famiglia al centro del plot era ebrea e il personaggio principale del padre era quello di un ebreo argentino con tutte le sue convinzioni e i suoi retaggi.
Ed è il caso di questo nuovo libro, Di cosa parliamo quando parliamo di Anne Frank (ed. Einaudi), che è poi una raccolta di racconti. Englander, che aveva esordito con una raccolta di racconti, torna al suo primo amore e dà prova di essere un grandissimo narratore.
Pur non amando i racconti, alcune di queste storie sono davvero imperdibili.

La prima, che dà il titolo al libro, è un incontro tra due coppie: una ebrea ortodossa, l’altra scettica. Il loro incontro, che per certi versi assomiglia a quell’escalation di schizofrenia presente anche in Carnage di Polanski, si svolge nella casa dei due scettici, tra un peccato d’alcool e un discorso approfondito sui dogmi della religione.

Per non parlare di Le Colline Sorelle, ambiziosa storia che Englander avrebbe dovuto tenere nel cassetto per un romanzo con i fiocchi. Un racconto che è un peccato finire in così poche pagine.
Infine, ho amato particolarmente Tutto quello che so della mia famiglia: una lista in cui Englander approfondisce sentimenti, amori, delusioni e tristezze. Davvero commovente.
Un libro che conferma l’autore americano nella rosa dei miei preferiti e anche dei più amati della critica letteraria del momento. Aspetterò con ansia un suo nuovo libro. E speriamo che sia un romanzo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 716 follower

Cookies e Privacy Policy

Il blog che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. I tracciamenti sono gestiti da Wordpress.com che ospita il blog sulla propria piattaforma.

fai click qui per leggere l'informativa di Wordpress.com

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando nel sito acconsenti al loro uso. Fai clic su OK se è tutto chiaro.INFORMATIVAOK

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001