IO VIAGGIO DA SOLA

recensioni di viaggio, musica, libri, stile e vizi

Franz Ferdinand “Right Thoughts, Right Words, Right Action”

FranzFerdinand-RightA quattro anni di distanza dal loro precedente, ritornano i Franz Ferdinand con Right thoughts, right words, right action, un CD dal titolo quanto meno chiaro e sicuro (i giusti pensieri, le giuste parole, la giusta azione). Che il gruppetto scozzese fosse composto da tipetti sicuri non ne avevamo alcun dubbio. Già undici anni fa (cavoli come passa il tempo!) il loro esordio l’aveva detta chiara: look giusto, chitarre a tutto spiano, qualche accenno di kraut-rock e molto brit-rock per una band dalle idee decisamente chiare. Prima di loro il nulla. A loro va il merito di aver realmente inventato uno stile e un modo di suonare che davvero nessuno aveva e che da allora molti hanno tentato inultimente di copiare. Alex Kapranos e compagni, infatti, si distinguono non solo per le capacità musicali, ma anche per il gusto artistico che si apprezza nei loro video, nelle loro copertine, nelle loro scelte stilistiche e nei loro live. Che francamente io trovo superbi: ricchi di variazioni sul tema delle loro canzoni, ma sempre con un perché geniale, dall’utilizzo di strumenti tradizionali ed elettronici che non tutti hanno il coraggio di usare, alla vocalità.

Questo CD non tradisce di molto le aspettative ma fa rimbalzare i Franz Ferdinand indietro nel tempo. Meno elettronica del precedente lavoro, in tutto l’album non c’è una vera e propria ballata (dimenticatevi le “Eleanor put your boots on” o le “Walk away”) ma si balla tutto il tempo. Persino “Stand on the Horizon” che attacca come una ballata, si muove troppo per restare tale e a un certo punto proprio non ce la fa e via di batteria e chitarra.
Il pezzo che dà il titolo al CD, insieme alla portentosa “Love Illumination” ed “Evil Eye” compongono il trittico di pezzi che giravano su Spotify da un bel pezzo e che sono entrati nelle orecchie, praticamente trapanandole. Il resto del CD si regge su buoni presupposti, di giri di chitarra alla Franz Ferdinand, di Kapranos che interseca parole e coretti di tutti insieme.
Personalmente il pezzo che sto apprezzando di più sulla distanza è “The Universe Expanded” che mischia aspettativa di rock all’inizio, quasi sussurrato e poi si apre in bellissimo giro di chitarre e voce. Probabilmente il pezzo più complesso ed elegante del disco.

Un disco che alla fin fine non aggiunge e non toglie niente alla carriera dei Franz Ferdinand, che sarà bello gustarsi live (i nostri saranno in Italia a febbraio) e che la critica sta anche giustamente osannando. Non cambiano strada i Franz. E da un certo punto di vista, per fortuna. Nel loro caso, avendo raggiunto il top sin dal primo disco, mantenersi “in linea” con le aspettative vuol dire fare il meglio che si possa fare. Sempre grandissimi.

voto: 8 e mezzo
consigli di viaggio: dove volete, quando volete, basta avere voglia di ballare

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 716 follower

Cookies e Privacy Policy

Il blog che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. I tracciamenti sono gestiti da Wordpress.com che ospita il blog sulla propria piattaforma.

fai click qui per leggere l'informativa di Wordpress.com

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando nel sito acconsenti al loro uso. Fai clic su OK se è tutto chiaro.INFORMATIVAOK

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001