IO VIAGGIO DA SOLA

recensioni di viaggio, musica, libri, stile e vizi

Nicolas Barreau “Una sera a Parigi”

Barreau_SeraParigi La promozione di questo nuovo romanzo di Nicolas Barreau (dietro il quale ancora si cela il mistero dell’identità… Autore tedesco con una passione per Parigi? Operazione di marketing? Pseudonimo di autore famoso o di editor con il pallino della scrittura? Beh, importa poco) è chiara. Feltrinelli, che lo pubblica in Italia, lancia Una Sera a Parigi con un claim senza mezzi termini: “Questo libro ti farà felice”.

E questo romanzo ha anche trovato un testimonial d’eccezione in Massimo Gramellini, giornalista de La Stampa autore a sua volta e viso televisivo della trasmissione di Fabio Fazio, che ha dichiarato su Vanity Fair di aver trovato in “Una Sera a Parigi” un libro divertente, leggero e amabile.
Ed effettivamente lo è davvero. Sorvolerò sulle mie questioni personali, che hanno fatto di questo romanzo un quasi-caso di Serendipity, ma le vicende del giovane Alain sono leggere, romantiche e godibili.

Alain Bonnard aveva un lavoro rispettabile, fisso e noioso come gran parte dei lavori a tempo indeterminato da ufficio sono. Ma era cresciuto con suo nonno che gli aveva insegnato l’amore per il cinema, grazie alla gestione del piccolo cinema d’essai a Parigi, Le Cinéma Paradis, ispirato nel nome proprio al capolavoro di Tornatore “Nuovo Cinema Paradiso”.
Alla morte del nonno, Alain riceve in eredità il cinema, lascia il lavoro e inizia a gestirlo, con rassegne cinematografiche che rispecchiano i suoi gusti. Decisamente romantici e ricchi di sensibilità artistica.
Ogni mercoledì sera un film d’amore. Ogni mercoledì sera, sempre allo stesso posto, si siede una ragazza con un cappotto rosso. Settimana dopo settimana, Alain capisce che non può non chiederle di uscire. I due escono per una serata insieme, una semplice cena che si conclude nel riaccompagnare la ragazza a casa e nel baciarla sotto un portone. Melanie, questo il nome della ragazza, promette ad Alain che si rivedranno dopo due settimane, sempre al cinema. Alain ne è sicuro, è pieno di felicità per essersi innamorato di questa meravigliosa ragazza. E non le chiede neppure il numero. Tanto sa che la rivedrà.

Ma Melanie sparisce. Dopo una visita a casa della zia, Melanie aveva promesso di tornare a Parigi e di passare altre meravigliose serate insieme al suo Alain. E invece sparisce senza una parola, senza alcun segno.
La vita di Alain viene inoltre ribaltata dall’inaspettato arrivo a Parigi del famosissimo regista americano Allan Wood (leggi… Woody Allen) che, accompagnato dalla bellissima superstar Solene Avril (leggi… Scarlett Johansson), vuole addirittura girare parte del suo nuovo film nel piccolo cinema di Alain.
Ma i pensieri e il cuore di Alain sono sempre lì: dove diamine sarà finita Melanie? E perché è fuggita da lui e da questo meraviglioso amore che poteva esserci tra di loro? Quali sono le sue paure?
Alain passerà mesi a cercarla nelle strade di Parigi, scoprendo che la casa dove l’aveva lasciata non è in realtà casa sua e che dietro alla ragazza col cappotto rosso si celano alcuni segreti che aggiungono colpi di scena al romanzo.

Un libro semplice, che si legge in poche ore e che, se non riuscirà a farvi felici, quanto meno vi divertirà in modo pieno e vi lascerà con una certa dose di romanticismo del quale, in fondo, abbiamo tutti bisogno. O no?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 716 follower

Cookies e Privacy Policy

Il blog che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. I tracciamenti sono gestiti da Wordpress.com che ospita il blog sulla propria piattaforma.

fai click qui per leggere l'informativa di Wordpress.com

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando nel sito acconsenti al loro uso. Fai clic su OK se è tutto chiaro.INFORMATIVAOK

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001