IO VIAGGIO DA SOLA

recensioni di viaggio, musica, libri, stile e vizi

“Il Fondamentalista Riluttante” di Mohsin Hamid – Einaudi

fondamentalista riluttante

Ho tenuto questo libro nella mia libreria per anni. L’avevo preso appena uscito e, nonostante fosse un librino da poco più di 100 pagine, l’avevo mollato in mezzo a pile di romanzi non letti, dimenticandomene.
Poi, come spesso succede, qualcuno ha pensato di trarre un film da questo libro pubblicato in Italia da Einaudi e io mi sono decisa a leggerlo perché, motivata a vedere il film (ormai in DVD), non potevo accettare di vedere il film senza prima aver letto il libro.

E così mi sono dedicata alla lettura de “Il Fondamentalista Riluttante” di Mohsin Hamid con parecchi anni di ritardo sulla tabella di marcia della critica letteraria, che aveva incoronato questo piccolo libro come un piccolo, grande capolavoro.
Hamid, già noto per Nero Pakistan, è riuscito in poche pagine a costruire un piccolo gioiello.
La storia è quella di Changez, un giovanotto pakistano, che ha la fortuna di arrivare da una famiglia piuttosto benestante e colta di Lahore, che gli permette di studiare negli Stati Uniti e diventare un giovane piccolo sbruffone laureato ad Harvard.
La storia è narrata originalmente: la voce di Changez narra la sua vita, capiamo che il protagonista è a Lahore e racconta la sua storia a un uomo misterioso (un turista? un agente della CIA? un giornalista?) di nazionalità americana. I due sono seduti in un ristorante e la sua narrazione a ritroso si interrompe solamente per descrivere con occhi smaliziati le scene che accadono attorno ai due commensali.

Changez, fresco di laurea e pieno di grandi speranze, finisce a lavorare per uno studio di consulenza molto famoso e molto aggressivo. Si afferma in poco tempo, vola da una parte all’altra del mondo, anche in quel mondo di Paesi emergenti, come il suo Pakistan e decide le sorti di lavoratori e aziende, senza alcun genere di coinvolgimento personale. Conosce una ragazza americana che ha appena perso il fidanzato per una malattia, se ne innamora, la loro storia è complessa e difficile eppure lui ne è travolto. Sembra un ragazzo di successo, con i problemi di un ragazzo di successo.
Ma arriva l’11 settembre 2001 e l’America cambia. E anche Changez, che apparentemente non capisce le implicazioni di quella giornata, cambierà. Insieme a tutti quelli che gli stanno attorno. La sua barba crescerà, i suoi occhi si apriranno su una verità difficile, sui fondamentali della sua vita che prima rifiutava di vedere. Ecco da dove arriva il meraviglioso titolo “Il Fondamentalista Riluttante”.

Da questo bellissimo romanzo, è stato tratto un bel film di Mira Nair. La sceneggiatura è stata riscritta, la storia leggermente modificata. Il film mi è piaciuto moltissimo ma manca della profondità che si intravede nel romanzo, cambia il profondo significato della storia d’amore, manca a tratti la riflessione importante che si intravede chiaramente tra le righe del romanzo. Se potete, non vedetelo prima di leggere il libro!

Il trailer del film in lingua italiana:

 

 

Annunci

2 commenti su ““Il Fondamentalista Riluttante” di Mohsin Hamid – Einaudi

  1. kitchenmemory
    01/09/2014

    Mi è piaciuto tantissimo!!! E concordo è un piccolo capolavoro, poche pagine che ti spingono a pensare tantissimo, a cambiare angolazione… Aspetto prossime recensioni!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 716 follower

Cookies e Privacy Policy

Il blog che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. I tracciamenti sono gestiti da Wordpress.com che ospita il blog sulla propria piattaforma.

fai click qui per leggere l'informativa di Wordpress.com

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando nel sito acconsenti al loro uso. Fai clic su OK se è tutto chiaro.INFORMATIVAOK

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001